Agritur Malga Rolle

 

L’Agritur Malga Rolle situato sul Passo Rolle a 1980 m di altitudine ai piedi del Cimon della Pala è aperto sia nella stagione estiva (da Giugno a Settembre) sia nella stagione invernale (da Dicembre a Pasqua indicativamente).

Naturalmente all’agriturismo, oltre ad esserci un punto vendita formaggi, si possono assaggiare i prodotti caseari del Caseificio di Primiero dalla Tosela, secondo varie ricette, alla storica Casada e diversi e gustosi dolci fatti in casa godendo di un panorama spettacolare.

 

 

A due passi dalla malga inizia “la foresta dei violini” di Paneveggio, parte delle Foreste Demaniali della Provincia di Trento, così chiamata per il noto LEGNO DI RISONAZA, pregiato legno di abete rosso presente in percentuale minima (circa l’1% del legno raccolto annualmente dalla foresta presenta le caratteristiche ricercate) che scelto da Stradivari in persona agli inizi del XVIII secolo ha portato fino ad oggi la straordinaria acustica dei suoi strumenti ad arco dando vita alla leggenda.

A qualche km si può invece visitare il recinto dei cervi nella Foresta di Paneveggio. Questa zona, introdotta durante gli anni 60 e attiva ancora oggi, è stata il primo passo verso il reinserimento del Cervo in tutto il territorio.

L'Agritur è anche un ottimo punto di partenza/arrivo per escursioni facili (laghi di Colbricòn, la famosa Baita Segantini…) o più impegnative (Il Cristo Pensante, Anello delle Malghe, Val Venegia).

 

Vi segnaliamo alcuni dei molti itinerari possibili:

 

Laghi di Colbricón

Ecco un percorso di 3 ore a bassa difficoltà che porta attraverso ad alcuni scenari più caratteristici della zona delle Pale di San Martino e del Passo Rolle.

La partenza dell’itinerario è a Malga Rolle da cui è possibile intraprendere il sentiero con segnavia numero 348 CAI, passaggio semipianeggiante che vi porterà agli splendidi laghi di Colbricòn, la percorrenza fino a questo punto è di poco meno di 1 ora. Da qui, seguendo lo stesso segnavia, è possibile scendere versola Val Bonettae gli alpeggi di Malga Ces e proseguendo si raggiungere San Martino di Castrozza.

Dal borgo di San Martino, approfittando dell’autobus di linea, in circa 15 minuti si può raggiungere nuovamente il Passo e tornare alla Malga Rolle cogliendo l’occasione per rifocillarsi prima di riprendere il viaggio.

 

Il Cristo Pensante

Proponiamo anche il famoso viaggio verso il Cristo Pensante, passeggiata riflessiva e molto spettacolare che porta attraverso panorami intriganti e resti della grande guerra per finire alla cima con la famosa statua e il crocifisso.

Dalla Malga, andate al Passo Rolle da dove è possibile proseguire con navetta oppure a piedi (circa 1 ora di cammino) salendo per il rifugio Capanna Cervino fino ad oltrepassarela BaitaSegantini.Sulla sinistra imboccate il sentiero segnalato R01 che vi porterà in un tempo di 1 ora abbondante alla meta, il Cristo pensante, che si raggiunge dopo circa200 metrilasciando il sentierino in prossimità del tornante e prendendo a destra per circa50 metritra un camminamento della guerra.

Si ritorna per la stessa strada e per chi non volesse ritornare di nuovo alla Baita Segantini, è possibile chiudere il cerchio giunti in prossimità del secondo bivio, prendendo per Capanna Cervino.